Never mind the bee stings

Starring role

Posted in Proiezioni, Solo canzonette by matteb83 on 3 luglio 2012

Electra Heart, il secondo album di Marina and the Diamonds, è un pastiche che pesca di volta in volta tra i sintetizzatori degli anni ’80, l’elettropop degli anni ’90 e i ritmi secchi dello scorso decennio. Una miscela ben calibrata e compatta, al punto che spesso più che i grandi nomi del passato, ascoltandolo vengono in mente star del pop di oggi, da Katy Perry (Bubblegum Bitch) a Lady Gaga (Homewrecker). E ovunque – a partire dalla copertina fino al singolo intitolato Primadonna – aleggia lo spirito di Madonna.

Il fatto però, ciò che lo rende una delle migliori uscite dell’anno, è che Electra Heart non è un disco leggero, né un disco da prendere alla leggera. Marina Lambrini Diamandis aka Marina and the Diamonds usa il linguaggio del pop più contemporaneo per raccontare disillusioni, ottusità, isterie e paure del pubblico che proprio quella musica consuma, spesso superficialmente, non chiedendo niente più che puro entertainment.

 

Per chi ne ha voglia, consiglio un giro nella sezione video del sito di Marina, dove sono pubblicate splendide versioni acustiche di alcune tracce del disco. Staccare la spina dagli amplificatori è ancora un ottimo modo per capire il vero valore di una canzone.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...