Never mind the bee stings

Portici cosce

Posted in Effetti speciali, Immaginare, Parole by matteb83 on 22 agosto 2012

Fuori ci saranno una quarantina di gradi e pedalo sotto il sole tra l’asfalto e il ciottolato delle strade del centro. Sono le quattordici e trenta, sono appena uscito dal lavoro (oggi giornata corta) e l’obiettivo è raggiungere casa prima di stramazzare al suolo per il caldo.

Due terzi dei negozi sono chiusi per ferie, tre quarti dei pedoni sono turisti con cartina in mano e l’aria sperduta. Le macchine per strada sono rare, lente e insolitamente silenziose. Non ci sono motorini e non vedo altri ciclisti oltre me.

Mentre percorro il ciottolato sconnesso di via Santo Stefano, sento il rombo di un autobus che mi raggiunge e mi si accoda, rallentando. Mi faccio più a destra, fino a sfiorare le colonne del portico, per farlo passare, e tiro un poco i freni per evitare almeno in parte l’ondata d’aria bollente che porta con sé.

E’ a quel punto che con la coda dell’occhio, sul lato opposto della strada, vedo una saracinesca abbassata e coperta da un dipinto. In giro ce ne sono ormai tante, ma passando mi sembra di riconoscere immagini familiari. Così guardo meglio.

Passo oltre, ma smetto di pedalare. Freno, faccio inversione e torno indietro. Tiro fuori la macchina fotografica.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...