Never mind the bee stings

C’è una papera gigante nel Tamigi

Posted in Messaggi by matteb83 on 12 dicembre 2012

Tra le tante rivoluzioni che internet, i social network, gli smartphone e tutto ciò che si collega all’idea di rete hanno avviato e continuano ad alimentare, quella interna al mondo del marketing è una delle più evidenti e palesi. Sotto gli occhi di tutti finiscono ogni giorno interessanti idee creative e (più spesso) maldestri tentativi che provano ad declinare i nuovi modelli di comunicazione in direzioni capaci di aprire qualche spazio di attenzione agli occhi sempre più indaffarati dell’utente/consumatore.

Secondo Mashable il premio per la migliore campagna virale del 2012 va alla Red Bull, che ha messo il suo marchio sull’impresa di Felix Baumgartner, primo uomo a superare la velocità del suono in caduta libera. E la scelta non lascia spazio a molti dubbi: la prova di Baumgartner ha avuto risonanza mondiale ed è stata vista e seguita da milioni di persone. Resta da domandarsi però, se questa è la direzione, cosa ancora bisogna inventarsi per riuscire ad attirare l’attenzione su un marchio. Quanto ancora le cose possano complicarsi.

Una risposta  è arrivata giusto ieri – a sorpresa – da una compagnia di bingo online, che ha riportato tutti coi piedi per terra (o meglio, nell’acqua) e ha rispolverato un grande classico: l’oggetto insolito e iconico, grande grande, in mezzo alla città. Le soluzioni (relativamente) semplici funzionano sempre.

@BigBrotherXtra via Twitter

@BigBrotherXtra via Twitter

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...