Never mind the bee stings

Vasarely Pop-Up

Posted in Effetti speciali, Immaginare by matteobenni on 12 gennaio 2015

3040486-slide-s-3-victor-vasarelys-op-art-becomes-a-pop-up-book-for-grownups

Anche se è un po’ fuori mano (per arrivarci bisogna prendere la linea 5 della metro, una specie di treno suburbano di superficie) il Vasarely Museum, a Budapest, è una delle attrazioni da non perdere della bellissima capitale ungherese. Nato a Pécs, in Ungheria, e vissuto poi a lungo a Parigi, Victor Vasarely è il padre della op art, quella corrente artistica che si diverte a creare geometrie, giochi di luce e colori che ingannano l’occhio.

L’edificio è ampio e ha un’aria antica, ma dentro ha arredamenti moderni e minimali. Le opere poi, soprattutto quelle al primo piano, sono straordinarie e spesso enormi. Se le si fissa troppo a lungo si rischia di perdere l’equilibrio.

In vendita nel piccolo negozio all’uscita, assieme a cartoline e gadget divertenti, c’era anche un bel libro pop up, capace di rendere, se possibile, doppiamente tridimensionali opere bidimensionali già pensate per essere tridimensionali.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...